Il progetto Capitale Rifugiato

Il progetto Capitale Rifugiato

Altra-Meta propone Capitale Rifugiato, il progetto di Arci che sostiene lo start up di imprese costituite da migranti titolari di protezione internazionale nell’ambito dei servizi e dell’agricoltura.

Il progetto sarà attuato localmente dai comitati territoriali dell’Arci e si concluderà a settembre 2020.

Tra Me, affiliata ad Arci da alcuni mesi, propone ai beneficiari dei sui progetti di accoglienza questa iniziativa per avviare attività commerciali e imprenditoriali, mettendo a disposizione dei richiedenti asilo gli strumenti per conoscere la legislazione e la burocrazia italiana in materia.

Gli incontri sono seguiti dagli operatori di Altra-Meta e sono arricchiti dagli interventi di imprenditori italiani e stranieri che vengono a condividere con i nostri beneficiari le loro esperienze.

A Chieri è intervenuto Hamed Ahmadi, imprenditore afghano impegnato nel settore della ristorazione; arrivato in Italia dall’Afghanistan nel 2006, Hamed è stato richiedente asilo nel nostro Paese. Ha avviato qui in Italia una catena che ha avuto grande successo, i ristoranti Orient Experience e Africa Experience, basati sull’esperienza culinaria di viaggio di migranti provenienti dal Medio Oriente e dall’Africa.