Torna ‘Teatro Migrante’!

//Torna ‘Teatro Migrante’!
Caricamento Eventi

“TEATRO MIGRANTE”
Una rassegna teatrale in 4 puntate aperta a tutti per parlare di migrazioni con interventi di approfondimento nei Comuni di Chieri, Pino Torinese, Cambiano e Santena.
Un’occasione per parlare tramite il linguaggio teatrale di migrazioni in maniera diversa da quanto viene presentato dai mass media, voci comuni e paure diffuse, per raccontare la reale situazione
vissuta dai migranti di oggi nel mondo e in Italia, fare riflettere sull’accoglienza, su storie, luoghi, ingiustizie, esistenze.
“TeatroMigrante” è una proposta di “Via Scalabrini 3” l’Animazione Giovanile Interculturale dei Missionari Scalabriniani in Europa, uno dei programmi di dell’Agenzia Scalabriniana per la
Cooperazione allo Sviluppo. L’idea nasce da un gruppo di giovani del chierese che negli anni ha partecipato al “Campo Io Ci Sto fra i migranti” nella provincia di Foggia, dopo l’esperienza dello
scorso anno della rassegna cinematografica “CineMigrante” sul medesimo territorio.
Il programma prevede quattro spettacoli dal vivo alle 21.00 distribuiti sui quattro Comuni:

1. “La Spremuta” di e con B. Casales – 16 gennaio 2020 – Chieri, Auditorium “R.Livatino” del liceo “A. Monti”, via Montessori 2 – Monologo sulle vicende dei braccianti migranti sfruttati dal caporalato per la racconta delle arance a Rosarno
2. “Era meglio nascere topi” regia A. Anfuso, Anomalia Teatro- 31 gennaio 2020 – Pino orinese, “Cinema Teatro Le Glicini”, Via Maria Cristina, 13 – La reazione dei cittadini di fronte ad un nuovo campo Rom: il nuovo razzismo.
3. “Bricks, oltre i muri del web” regia P. Cereda – AssaiASAI – 13 febbraio 2020 – Santena, “Teatro Elios”, Via Vittorio Veneto, 31 – Muri: fisici di un’Europa che non accoglie e virtuali alzati dai click in rete.
4. “L’immaginifica storia di Esperer” regia A. Damasco, Teatro delle forme – 20 febbraio 2020 – Cambiano, Teatro comunale, piazza Innovazione – Il confine di Ventimiglia raccontato attraverso una favola
“TeatroMigrante” è organizzato con il patrocinio della Città Metropolitana di Torino e delle Unità Pastorali 57, 58 e 59, in collaborazione con i Comuni di Chieri, Pino Torinese, Cambiano e
Santena, il Consorzio per i Servizi Socio Assistenziali del Chierese, le Associazioni TraMe, DAI!, ASAI e il Liceo “A.Monti”