Il progetto di accoglienza di Gioiosa Ionica sulla BBC

/, Solidarietà/Il progetto di accoglienza di Gioiosa Ionica sulla BBC

Il progetto di accoglienza di Gioiosa Ionica sulla BBC

Gioiosa

Giovanni Maiolo, responsabile RECOSOL (Rete dei Comuni Solidali) dei progetti di accoglienza in Calabria, spiega come il progetto di accoglienza di Gioisa Ionica sia un esempio virtuoso di integrazione e come questo abbia attirato l’attenzione della BBC.

Ieri pomeriggio, grazie al lavoro intenso, impegnato, appassionato, gratuito del gruppo dei migranti Recosol-Sprar di Gioiosa Jonica ed ai mezzi messi a disposizione dal Comune nonchè l’impegno personale organizzativo e manuale degli assessori Maurizio Zavaglia, Luca Ritorto e dal consigliere  Samuele Zenone, è stato fatto un grande lavoro di pulitura del Centro Storico di Gioiosa Jonica, comprendente il Piazzale e zone circostanti la Chiesa Matrice e tutta la zona del Castello. Ma un grazie particolare va a Commatre con Simona Coluccio ed alla Pro Loco rappresentata da Nicodemo Vitetta che già alle ore 16 era a lavoro. Un grazie ad Antonio Marchione e la sua Famiglia per aver dissetato i partecipanti. Un grazie ancora al “romano” Carlo Marconi che mercoledì ha messo a disposizione un operaio a sue spese per la pulizia di una parte della scalinata Barletta.Si continua oggi alle ore 17,00 appuntamento piazzale Chiesa Matrice per pulire Largo Palestro e la Scalinata Barletta.

È con queste parole che vengono ringraziati i migranti, le associazioni e i volontari per aver effettuato un importante lavoro di pulizia all’interno del comune di Gioiosa Ionica.

Questo è solo uno degli esempi di collaborazione con i migranti richiedenti asilo che la BBC ha voluto rendere noto pubblicando sul proprio sito un servizio interamente dedicato al progetto Sprar di Gioiosa Ionica, sottolineando come la buona accoglienza possa fare la differenza, sia per chi è accolto, sia per chi accoglie.

L’articolo della BBC è consultabile qui.

By |2018-11-09T15:17:19+00:0019 Luglio 2016|Attualità, Solidarietà|0 Comments