Per le vie di Carignano – In dialogo e ascolto: il Progetto D.A.R. diventa… “itinerante”

///Per le vie di Carignano – In dialogo e ascolto: il Progetto D.A.R. diventa… “itinerante”

Per le vie di Carignano – In dialogo e ascolto: il Progetto D.A.R. diventa… “itinerante”

All’interno del Progetto D.A.R. – Domiciliarità Accoglienza Rete (promosso dall’Associazione Tra Me e dai partner di territorio, con il sostegno di Compagnia di San Paolo) non ci si stanca mai di immaginare e creare nuovi modi per far sentire la propria presenza sul territorio. Con questo spirito è nata la figura dell’Operatore Itinerante, una persona qualificata e formata che mette un po’ del proprio tempo a disposizione dei cittadini più fragili.
E così, eccomi qua! Da qualche tempo ho iniziato a passeggiare per le vie di Carignano, andare al mercato, fare telefonate e andare a trovare le persone anziane già seguite dal Progetto. “Per far cosa?”, vi chiederete… Per scambiarci due parole, passare qualche ora insieme bevendo un caffè, fare una passeggiata in città o semplicemente ascoltare e essere di supporto in quelle che sono le piccole necessità quotidiane di compagnia, di dialogo, di svago. Visto il difficile periodo d’isolamento e solitudine, soprattutto per le persone più fragili, il mio obiettivo è di essere di supporto nell’ottica di una Comunità che si prende cura di se stessa, che si preoccupa che il proprio vicino stia bene e non si senta solo ad affrontare questo periodo strano, dove l’isolamento sembra la protezione migliore per combattere il virus, ma allo stesso tempo rischia di essere la nostra peggior nemica.
Sono davvero contento di poter essere parte attiva di questo Progetto, contribuendo a costruire una Comunità che sempre
più trova spazio e tempo anche per chi è solo e in difficoltà.
Che altro dire?
Spero di incontrarvi presto!
Emanuel Gambaruto
Operatore Itinerante di Comunità
By |2021-01-07T12:43:52+00:007 Gennaio 2021|Solidarietà|0 Comments