Tra Me e la Grande Guerra – Gita ad Asiago e sul Monte Grappa

////Tra Me e la Grande Guerra – Gita ad Asiago e sul Monte Grappa

Tra Me e la Grande Guerra – Gita ad Asiago e sul Monte Grappa

monte_grappa_si_scrive_alla_famiglia-5
Tra Me è parte, dal settembre 2014, del Coordinamento Eventi Centenario Grande Guerra, un insieme di associazioni, circoli ed entità del territorio che insieme programmano e svolgono attività in occasione del centenario commemorativo della Prima Guerra Mondiale.

Siamo oggi a proporvi un nuovo appuntamento in calendario: la Pro Loco di Virle P.te organizza, come già avvenuto l’anno scorso, una gita nei luoghi ove si è combattuto il primo conflitto mondiale.

L’uscita, in programma per i giorni 9-11 settembre 2016, toccherà l’Altopiano di Asiago, la Cima Sacra del Montegrappa e il Forte di Montecchio.

PROGRAMMA

9 Settembre 2015 – venerdì: sistemazione su autobus Granturismo ed inizio del viaggio verso Asiago – Sacrario di Leiten – Monte Cengio. All’arrivo ad Asiago si visiterà il Sacrario Militare Leiten. assieme a Redipuglia e Cima Grappa, è uno dei più grandi ossari della grande guerra. Il Sacrario sorge sopra un ampio colle che domina il centro di Asiago, dove un tempo esisteva l’omonima contrada documentata fin dal 1400, ora ridotta ad una caratteristica casa appena dietro l’imponente monumento. Pranzo libero ad Asiago. A seguire escursione guidata facoltativa al Monte Cengio. Gli avvenimenti per i quali il monte Cengio è tristemente famoso, riguardano l’estrema resistenza dei Granatieri di Sardegna all’avanzare delle truppe austro-ungariche durante l'”Offensiva di primavera” – maggio/giugno 1916 – più nota come Strafexpedition. La tenuta di questo baluardo affacciato sulla Val d’Astico e la pianura vicentina richiese il sacrificio di oltre duemila soldati. Appena sotto la cima si trova la Chiesa votiva dei Granatieri di Sardegna affiancata da una statua fatta con schegge di granate. Si percorre la mulattiera di arroccamento, costruita dalla 93^ Compagnia Zappatori del I Reggimento Genio negli anni 1917-1918, che sfrutta cenge naturali e artificiali, nonché gallerie scavate nella roccia. Al ritorno sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

10 Settembre 2016 – sabato: dopo la prima colazione in hotel trasferimento alla cima Monte Grappa. L’intera montagna fu definita “Monte Sacro alla Patria” e ne mostra il merito nelle innumerevoli tracce di postazioni e di crateri di granata che costeggiano i pendii e giacciono nei boschi, ricresciuti lentamente dopo la tempesta di fuoco. sul baluardo del Grappa, dopo la grande sconfitta italiana nella XII battaglia dell’Isonzo, si fronteggiarono in pochi chilometri, per la prima volta, combattenti di tutti gli eserciti in guerra: italiani, austro-ungarici, slavi, tedeschi, francesi ed inglesi. Nell’anno di guerra sul Grappa, tra novembre 1917 e novembre 1918, quasi 80.000 furono i morti austro-ungarici e tedeschi, imprecisato, ma altissimo, il numero di feriti e mutilati. Incontro con la guida ed inizio visita di Trincee, gallerie e baraccamenti. Pranzo libero. Prosecuzione visita guidata alla Galleria vittorio Emanuele Dotata di servizi logistici autonomi (generatori, acquedotti, depositi, posti di soccorso, centrali di comunicazione, osservatori, etc.) rappresentava in quel periodo la più moderna interpretazione del concetto di “forte” ed ebbe un ruolo centrale in tutte le operazioni svolte sul massiccio. Sacrario di Cima del Grappa (mt. 1775) L’emozionante e struggente sequenza di nomi e di loculi lascia posto alla tomba del Generale Giardino, che chiese di essere sepolto “tra i suoi soldatini”, conscio del tremendo sacrificio di vite e di sofferenze che aveva dovuto chiedere ai giovani combattenti di allora. Verso nord si allunga la “Via Eroica” che celebra i nomi delle principali cime del massiccio, ferocemente coinvolte dalla guerra. Subito dopo si erge il Sacrario Austriaco che accoglie i resti di circa 10.000 caduti, tra i quali spicca il commovente loculo del soldato Peter Pan. Al termine trasferimento in hotel a TUENNO per la cena ed il pernottamento.

11 Settembre 2016 – domenica: dopo la prima colazione in hotel trasferimento a Temù per la visita guidata al Museo della guerra Bianca in Adamello. Pranzo libero. Al termine partenza per Colico – visita guidata al Forte di Montecchio Nord. Dalla sua posizione dominante il Forte offre un panorama unico e suggestivo del lago di Como e delle montagne della Valtellina e della Valchiavenna; realizzato in pochi mesi tra il 1912 ed il 1914, è una delle grandi opere fortificate su cui si impernia il complesso sistema difensivo della Frontiera Nord verso la Svizzera.

Nel pomeriggio partenza per il viaggio di rientro con arrivo in serata a Virle.

Quota di partecipazione € 275.00 (minimo 25 partecipanti)

Supplemento singola € 55.00

Assicurazione annullamento € 25.00

La quota include: viaggio a/r su autobus Granturismo – sistemazione in Htl*** con trattamento di ½ pensione – bevande incluse – visite guidate come da programma – ingresso al Museo di Temù –– assicurazione medico sanitaria.

La quota non include: tutto quanto non menzionato ne “la quota include”

PRENOTAZIONE E VERSAMENTO ANTICIPO EURO 90 entro martedì 28 giugno 2016

versamento saldo entro lunedì 24 agosto 2016

By |2019-05-29T14:34:26+00:0010 Giugno 2016|In gita!|0 Comments