Cosa è successo nel Mar Mediterraneo la scorsa settimana – 11-17 maggio 2020

/, Attualità, Solidarietà/Cosa è successo nel Mar Mediterraneo la scorsa settimana – 11-17 maggio 2020

Cosa è successo nel Mar Mediterraneo la scorsa settimana – 11-17 maggio 2020

Mediterraneo Centrale

  • Una barca con 10 persone dalla Tunisia e due con 111 persone dalla Libia hanno raggiunto Lampedusa. I migranti sono stati trasferiti sul traghetto Moby Zazà.
  • 270 persone sono arrivate in Friuli attraverso la via dei Balcani. Il Ministero dell’Interno ha assicurato che saranno intraprese azioni immediate per contrastare le migrazioni lungo questa rotta.
  • La nave militare Caprera, che ha assistito la cosiddetta Guardia Costiera libica nell’identificazione delle barche che trasportavano migranti, è stata utilizzata per il contrabbando di sigarette. E’ stata avviata un’inchiesta giudiziaria.
  • Un nuovo traghetto Captain Morgan è stato inviato per sostituire una delle due navi attualmente a largo di Malta con i migranti salvati.
  • Il Ministro degli Esteri dell’UE Josep Borrell ha esortato Malta a smettere di bloccare la nuova missione navale Irini del Mar Mediterraneo, volta a prevenire il flusso di armi in Libia. La missione è necessaria anche per fermare l'”ondata” di migranti provenienti dall’Africa. Due settimane fa Malta ha abbandonato la missione per protesta, perchè l’UE non ha aiutato il Paese con i migranti arrivati negli ultimi mesi.
  • Il Segretario generale dell’ONU ha chiesto un immediato cessate il fuoco in Libia. Ha condannato il bombardamento di civili e ha ribadito la necessità di indagini sulle violazioni dei diritti umani.
  • Il Ministro degli Interni libico ha presieduto una videoconferenza per discutere di immigrazione con altre istituzioni libiche. Una delegazione del governo italiano ha partecipato all’incontro.
  • Almeno 14 persone sono state ferite negli attacchi delle forze di Haftar contro un ospedale a Tripoli.
  • Il segretario generale della Nato ha confermato il suo sostegno a Serraj.
  • Gli Emirati Arabi Uniti hanno chiesto al Sudan di inviare 1200 combattenti per sostenere Haftar.

Mediterraneo Orientale

  • Due migranti, arrivati due settimane fa sull’isola greca di Lesbo, sono risultati positivi al Coronavirus. Questi sono i primi casi a Lesbo, ma i funzionari assicurano non esserci stati contatti con i migranti già presenti sull’isola.
  • Un gruppo di 50 richiedenti asilo e migranti, tra cui 16 minori non accompagnati, sono arrivati nel Regno Unito dalla Grecia per ricongiungersi alle loro famiglie.
  • Il Portogallo accoglierà 500 bambini dai campi profughi greci non appena saranno eliminate le restrizioni di movimento imposte per contenere la diffusione dell’epidemia di Coronavirus.

 

Fonte: Mediterranea Rescue

By |2020-05-19T11:21:17+00:0019 Maggio 2020|Altra Meta, Attualità, Solidarietà|0 Comments